25
GIUGNO, 2018

Piano cottura a induzione, vantaggi e svantaggi

Ne parlano tutti, è bello a vedersi e da alla tua cucina quel tocco di modernità che fa sicuramente la differenza.

Di cosa stiamo parlando? Ma del piano cottura a induzione ovviamente.

Prima di addentrarci e parlare di tutte le caratteristiche tipiche di questo dispositivo, facciamo un po’ di chiarezza e cerchiamo di capire cos’è il piano cottura a induzione e cosa lo contraddistingue rispetto ai tradizionali piani cottura a gas.

Il piano cottura a induzione è un dispositivo che sfrutta le correnti elettromagnetiche che vengono generate dalle bobine che sono poste sotto il piano.

La corrente così generata scalda la pentola, mentre il piano cottura rimane freddo. Questo è un grosso vantaggio, e dopo capiremo perché.

Il piano è in vetroceramica, un materiale infrangibile e inattaccabile da sostanze corrosive, lavorato per non subire dilatazioni termiche, anche con alte temperature.

Tra i vantaggi ritroviamo sicuramente la facilità di pulizia, la bellezza estetica e la sicurezza.
Inoltre è anche più potente rispetto al classico fornello a gas e questo permette di accorciare i tempi di cottura.

Di contro però, sarà necessario usare una batteria di pentole specifica per questo tipo di piano cottura, con il fondo ferroso piuttosto che in alluminio o in ceramica altrimenti il piano non funzionerà e per alcuni è sicuramente uno svantaggio.

Ovviamente, come è facile immaginare, questo tipo di piano cottura consumerà più energia elettrica, utile ad alimentarlo.

In ultima analisi vi sono i prezzi, che possono variare dalle 400 € fino ai 1500 € in base alle caratteristiche, alla potenza e a diversi altri fattori.

Insomma ci sono pro e contro come per ogni cosa, se vuoi chiarirti le idee passa a trovarci nel nostro showroom.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo pure sui social.

 

Linea Due Arredamenti “qualità della vita, qualità ella casa”

Pin It on Pinterest

Share This